MORTE E RESURREZIONE DI GESU'

Andare in basso

MORTE E RESURREZIONE DI GESU'

Messaggio  chelaveritàtrionfi il Lun 21 Feb - 2:55

LUCA
Luca 23:54 Era il giorno della parascève e già splendevano le luci del sabato (LA PASQUA DEL 14-15 DI NISAN).
Luca 23:55 Le donne che erano venute con Gesù dalla Galilea seguivano Giuseppe; esse osservarono la tomba e come era stato deposto il corpo di Gesù,
Luca 23:56 poi tornarono indietro e prepararono aromi e oli profumati. Il giorno di sabato osservarono il riposo secondo il comandamento (IL SABATO SETTIMANALE).

Luca 24:1 Il primo giorno dopo il sabato, di buon mattino(DOMENICA), si recarono alla tomba, portando con sé gli aromi che avevano preparato.
Luca 24:2 Trovarono la pietra rotolata via dal sepolcro;
Luca 24:3 ma, entrate, non trovarono il corpo del Signore Gesù.
Luca 24:4 Mentre erano ancora incerte, ecco due uomini apparire vicino a loro in vesti sfolgoranti.
Luca 24:5 Essendosi le donne impaurite e avendo chinato il volto a terra, essi dissero loro: «Perché cercate tra i morti colui che è vivo?
Luca 24:6 Non è qui, è risuscitato. Ricordatevi come vi parlò quando era ancora in Galilea,
Luca 24:7 dicendo che bisognava che il Figlio dell'uomo fosse consegnato in mano ai peccatori, che fosse crocifisso e risuscitasse il terzo giorno».
Luca 24:8 Ed esse si ricordarono delle sue parole.

GIOVANNI
Giovanni 19:30 E quando Gesù ebbe preso l'aceto, disse: È compiuto! E chinato il capo, rese lo spirito.
Giovanni 19:31 Allora i Giudei, perché i corpi non rimanessero sulla croce durante il sabato (poiché era la Preparazione, e quel giorno del sabato era un gran giorno, (LA PASQUA EBRAICA IL 14-15 NISAN), chiesero a Pilato che fossero loro fiaccate le gambe, e fossero tolti via.
Giovanni 19:32 I soldati dunque vennero e fiaccarono le gambe al primo, e poi anche all'altro che era crocifisso con lui;
Giovanni 19:33 ma venuti a Gesù, come lo videro già morto, non gli fiaccarono le gambe,

MARCO
Marco 15:42 Ed essendo già sera (poiché era Preparazione, cioè la vigilia del sabato, LA PASQUA IL 14-15 DI NISAN),
Marco 15:43 venne Giuseppe d'Arimatea, consigliere onorato, il quale aspettava anch'egli il Regno di Dio; e, preso ardire, si presentò a Pilato e domandò il corpo di Gesù.
Marco 15:44 Pilato si maravigliò ch'egli fosse già morto; e chiamato a sé il centurione, gli domandò se era morto da molto tempo;
Marco 15:45 e saputolo dal centurione, donò il corpo a Giuseppe.
Marco 15:46 E questi, comprato un panno lino e tratto Gesù giù di croce, l'involse nel panno e lo pose in una tomba scavata nella roccia, e rotolò una pietra contro l'apertura del sepolcro.
Marco 15:47 E Maria Maddalena e Maria madre di Iose stavano guardando dove veniva deposto.

La risurrezione di Gesù
(Matteo 28:1-10 e parall.)
Marco 16:1 E passato il sabato( LA PASQUA 14-15 NISAN), Maria Maddalena e Maria madre di Giacomo e Salome comprarono degli aromi per andare a imbalsamar Gesù.
Marco 16:2 E la mattina del primo giorno della settimana (DOMENICA), molto per tempo, vennero al sepolcro sul levar del sole.
Marco 16:3 E dicevano tra loro: Chi ci rotolerà la pietra dall'apertura del sepolcro?



MATTEO
Matteo 27:50 E Gesù, avendo di nuovo gridato con gran voce, rendé lo spirito.
Matteo 27:51 Ed ecco, la cortina del tempio si squarciò in due, da cima a fondo, e la terra tremò, e le rocce si schiantarono,
Matteo 27:52 e le tombe s'aprirono, e molti corpi de' santi che dormivano, risuscitarono;
Matteo 27:53 ed usciti dai sepolcri dopo la risurrezione di lui, entrarono nella santa città, ed apparvero a molti.
Matteo 27:54 E il centurione e quelli che con lui facean la guardia a Gesù, visto il terremoto e le cose avvenute, temettero grandemente, dicendo: Veramente, costui era Figliuol di Dio.
Matteo 27:55 Ora quivi erano molte donne che guardavano da lontano, le quali avean seguitato Gesù dalla Galilea per assisterlo;
Matteo 27:56 tra le quali erano Maria Maddalena, e Maria madre di Giacomo e di Jose, e la madre de' figliuoli di Zebedeo.


Matteo 27:57 Poi, fattosi sera (NEL GIORNO DELLA PREPARAZIONE ALLA PASQUA EBRAICA), venne un uomo ricco di Arimatea, chiamato Giuseppe, il quale era divenuto anch'egli discepolo di Gesù.
Matteo 27:58 Questi, presentatosi a Pilato, chiese il corpo di Gesù. Allora Pilato comandò che il corpo gli fosse rilasciato.
Matteo 27:59 E Giuseppe, preso il corpo, lo involse in un panno lino netto,
Matteo 27:60 e lo pose nella propria tomba nuova, che aveva fatta scavar nella roccia, e dopo aver rotolata una gran pietra contro l'apertura del sepolcro, se ne andò.
Matteo 27:61 Or Maria Maddalena e l'altra Maria eran quivi, sedute dirimpetto al sepolcro.
Matteo 27:62 E l'indomani, che era il giorno successivo alla Preparazione, i capi sacerdoti ed i Farisei si radunarono presso Pilato, dicendo:
Matteo 27:63 Signore, ci siamo ricordati che quel seduttore, mentre viveva ancora, disse: Dopo tre giorni, risusciterò.
Matteo 27:64 Ordina dunque che il sepolcro sia sicuramente custodito fino al terzo giorno; che talora i suoi discepoli non vengano a rubarlo e dicano al popolo: È risuscitato dai morti; così l'ultimo inganno sarebbe peggiore del primo.
Matteo 27:65 Pilato disse loro: Avete una guardia: andate, assicuratevi come credete.
Matteo 27:66 Ed essi andarono ad assicurare il sepolcro, sigillando la pietra, e mettendovi la guardia.

La risurrezione di Gesù
(Marco 16:1-9; Luca 24:1-12; Giovanni 20:1-18)
Matteo 28:1 Or nella notte del sabato, quando già albeggiava, il primo giorno della settimana (DOMENICA), Maria Maddalena e l'altra Maria vennero a visitare il sepolcro.
Matteo 28:2 Ed ecco si fece un gran terremoto; perché un angelo del Signore, sceso dal cielo, si accostò, rotolò la pietra, e vi sedette sopra.
Matteo 28:3 Il suo aspetto era come di folgore; e la sua veste, bianca come neve.
Matteo 28:4 E per lo spavento che n'ebbero, le guardie tremarono e rimasero come morte.


Ultima modifica di chelaveritàtrionfi il Lun 21 Feb - 3:11, modificato 1 volta
avatar
chelaveritàtrionfi

Numero di messaggi : 136
Data d'iscrizione : 13.02.11

Torna in alto Andare in basso

Re: MORTE E RESURREZIONE DI GESU'

Messaggio  chelaveritàtrionfi il Lun 21 Feb - 2:58

IL GIORNO DEL SIGNORE
in concordanza con l'amico pROF. Gianni
Siamo sicuri che il Giorno del Signore sia domenica?
ANALISI
Vi è convinzione che Gesù (Yeshùa) sia morto di venerdì e resuscitato di domenica. Ma siamo sicuri che sia davvero così? Sappiamo pure che egli resuscitò il terzo giorno:

Matteo 12:39 «Una generazione perversa e adultera pretende un segno! Ma nessun segno le sarà dato, se non il segno di Giona profeta.
Matteo 12:40 Come infatti Giona rimase tre giorni e tre notti nel ventre del pesce, così il Figlio dell'uomo resterà tre giorni e tre notti nel cuore della terra.

Questo doveva essere l'unico segno della messianicità di Gesù.
INOLTRE :
Matteo 27:63 Signore, ci siamo ricordati che quel seduttore, mentre viveva ancora, disse: Dopo tre giorni, risusciterò.

Se facciamo i conti da venerdì pomeriggio a domenica mattina non ci sono 3 giorni e 3 notti.

riguardo alla morte di Gesù:
Luca 23:54 Era il giorno della parascève e già splendevano le luci del sabato
“Il sabato cominciava splendere” ovvero si cominciavano ad accendere le luci serali all’inizio del “sabato”
Giovanni 19:31 Era il giorno della Preparazione e i Giudei, perché i corpi non rimanessero in croce durante il sabato (era infatti un giorno solenne quel sabato), chiesero a Pilato che fossero loro spezzate le gambe e fossero portati via.
Si noti che Giovanni dice che “era la Preparazione”, la Parasceve, ovvero la preparazione alla Pasqua che doveva essere consumata il 15 nissàn. Sappiamo che Gesù mori proprio il 14 nissàn. Ora, sebbene chiamato “sabato”(poichè i grandi sabati sono le festività di DIO), il giorno di Pasqua poteva cadere in qualsiasi giorno della settimana.
Marco 16:1 Passato il sabato, Maria di Màgdala, Maria di Giacomo e Salome comprarono oli aromatici per andare a imbalsamare Gesù.

In pratica, le donne lasciarono passare quel “sabato” (grande giorno di Pasqua), e il giorno seguente acquistarono gli aromi.

Luca 23:55 Le donne che erano venute con Gesù dalla Galilea seguivano Giuseppe; esse osservarono la tomba e come era stato deposto il corpo di Gesù,
Luca 23:56 poi tornarono indietro e prepararono aromi e oli profumati. Il giorno di sabato osservarono il riposo secondo il comandamento.

Si noti che qualcosa non quadra. C'è un sabato di troppo. Uno è la Pasqua ebraica e l'altro è il sabato settimanale.

Giovanni 20:1 Nel giorno dopo il sabato, Maria di Màgdala si recò al sepolcro di buon mattino, quand'era ancora buio, e vide che la pietra era stata ribaltata dal sepolcro.

Ora possiamo fare un conteggio a ritroso: Di domenica, quando era ancora buio, la Maddalena va al sepolcro e trova che Gesù è già risuscitato. Il giorno prima, sabato settimanale, le donne si erano riposate come da comandamento. Il giorno prima ancora, venerdì, le donne avevano acquistato e preparato gli aromi. Il giorno prima ancora, giovedì, era il “grande sabato” del 15 nissàn, la Pasqua ebraica. Il giorno prima, mercoledì, nel tardo pomeriggio Gesù moriva(14 nissàn).

Mettendo in ordine, si ha questa chiara e precisa cronologia:

• 14 nissàn, mercoledì. Prima che faccia buio Gesù è posto nel sepolcro.

• 15 nissàn, giovedì. “Sabato” inteso come giorno festivo.

• 16 nissàn, venerdì. “Passato il sabato, Maria Maddalena e Maria Giacomo e Salome comprarono aromi” (Mr 16:1). “Poi tornate, prepararono aromi e profumi”. – Lc 23:56.

• 17 nissàn, sabato. Sabato settimanale. “Il sabato si riposarono, secondo il comandamento”. – Lc23:56.

• 18 nissàn, domenica. Primo giorno della settimana (nostra domenica): le donne trovano la tomba vuota.

Ora si hanno esattamente tre giorni e tre notti. Gesù resuscitò sabato nel tardo pomeriggio esattamente tre giorni interi dopo la sua morte. Il suo segno si era avverato.

La prova finale la si può avere considerando le difficoltà delle traduzioni:
Il significato di "settimana" conferito al "sabbatôn" viene tradotto con molte difficoltà nei testi a noi disponibili, come si desume dalle seguenti versioni di Gv 20:1:
(Vulgata) Giovanni 20:1 una autem sabbati Maria Magdalene venit mane cum adhuc tenebrae essent ad monumentum et videt lapidem sublatum a monumento

(Nuova Diodati) Giovanni 20:1 Or il primo giorno dopo i sabati, al mattino quando era ancora buio, Maria Maddalena andò al sepolcro e vide che la pietra era stata rimossa dal sepolcro.

(Nuova Riveduta) Giovanni 20:1 Il primo giorno della settimana, la mattina presto, mentre era ancora buio, Maria Maddalena andò al sepolcro e vide la pietra tolta dal sepolcro.


Ultima modifica di chelaveritàtrionfi il Lun 21 Feb - 3:13, modificato 2 volte
avatar
chelaveritàtrionfi

Numero di messaggi : 136
Data d'iscrizione : 13.02.11

Torna in alto Andare in basso

Re: MORTE E RESURREZIONE DI GESU'

Messaggio  chelaveritàtrionfi il Sab 19 Mar - 0:59

Se qualcuno avesse ancora dubbi, ho raccolto tutti e 4 vangeli momento per momento. Stavolta ho riportato i versetti dalla TNM perchè almeno i verbi sono tradotti correttamente rispetto alle altre versioni:

MORTE E RESURREZIONE DI YESHÙA (TNM)


Analisi dei quattro vangeli


I VANGELI IN ORDINE


Matteo 27-28; Marco 15-16; Luca 23-24; Giovanni 19-20.






Poco prima della morte di Yeshùa



LUCA 39 Ma uno dei malfattori appesi gli diceva
ingiuriosamente: "Tu sei il Cristo, non è vero? Salva te stesso e noi". 40 L'altro,
rispondendo, lo rimproverò e disse: "Non temi affatto Dio, ora che sei nello
stesso giudizio? 41 E
noi, in realtà, giustamente, poiché riceviamo appieno ciò che meritiamo per
le cose che abbiamo fatto; ma quest'[uomo] non ha fatto nulla fuori posto". 42 E proseguì,
dicendo: "Gesù, ricordati di me quando sarai venuto nel tuo regno". 43 Ed egli disse a
lui: "Veramente ti dico oggi: Tu sarai con me in Paradiso".


44 Ed ora era circa la sesta ora, eppure le tenebre scesero su
tutta la terra fino alla nona ora, 45 perché
la luce del sole venne a mancare; quindi la cortina del santuario si squarciò
nel mezzo. 46 E
Gesù chiamò ad alta voce, dicendo: "Padre, nelle tue mani affido il mio
spirito". Detto questo, spirò. 47 Avendo
visto ciò che era accaduto, l'ufficiale dell'esercito glorificava Dio,
dicendo: "Realmente quest'uomo era giusto".



MARCO 33 Quando venne la sesta ora, le tenebre scesero su tutto il paese fino
alla nona ora. E alla nona ora Gesù chiamò ad alta
voce: "Elì, Elì, lamà
sabachthàni?" che tradotto
significa: "Dio mio, Dio mio, perché mi hai abbandonato?" E alcuni di
quelli che stavano lì accanto, uditolo, dicevano: "Vedi, chiama Elia". Ma uno
corse, inzuppò una spugna di vino acido, la pose su una canna e gli dava da
bere, dicendo: "Lasciate stare! Vediamo se Elia viene a calarlo giù". Ma Gesù
emise un alto grido e spirò. E la cortina del santuario si
squarciò in due da cima a fondo. Or quando l'ufficiale dell'esercito,
che stava lì accanto, di fronte a lui, ebbe visto che era spirato in queste
circostanze, disse: "Certamente quest'uomo era il Figlio di Dio".



GIOVANNI 28 Dopo ciò, comprendendo Gesù che ormai ogni
cosa si era compiuta, affinché si compisse la scrittura disse: "Ho sete". C'era lì un
vaso pieno di vino acido. Perciò posero una spugna piena di vino acido su un
[ramo di] issopo e gliela portarono alla bocca. Quando ebbe
dunque ricevuto il vino acido, Gesù disse: "È compiuto!" e, chinando la
testa, rese lo spirito.



MATTEO 51 Ed ecco, la
cortina del santuario si squarciò in due, da cima a fondo, e la terra tremò,
e i massi di roccia si spaccarono. E le
tombe commemorative si aprirono e molti corpi dei santi che si erano
addormentati furono levati (e
delle persone, uscendo di mezzo alle tombe commemorative dopo che egli era
stato levato, entrarono nella città santa) e divennero visibili a molti. Ma l'ufficiale dell'esercito e
quelli che facevano con lui la guardia a Gesù, quando videro il terremoto e
le cose accadute, provarono moltissimo timore e dissero: "Certamente questo
era il Figlio di Dio".




Momenti successivi



MATTEO 55 Inoltre,
c'erano là molte donne che guardavano da lontano e che avevano accompagnato
Gesù dalla Galilea per servirlo; fra le quali c'erano Maria Maddalena, e Maria
madre di Giacomo e di Iose, e la madre dei figli di Zebedeo.



MARCO 40 C'erano anche delle
donne che guardavano da lontano, fra cui Maria Maddalena e Maria madre di
Giacomo il Minore e di Iose, e Salome, che quando egli era
in Galilea lo accompagnavano e lo servivano, e molte altre donne che erano
salite insieme a lui a Gerusalemme.



LUCA 48 E tutte le folle che si erano radunate là per questo
spettacolo, quando ebbero visto le cose accadute, tornavano, battendosi il
petto. Inoltre, tutti quelli che lo conoscevano se
ne stavano a distanza. E le donne, che insieme l'avevano seguito dalla
Galilea, stavano a guardare queste cose.



I corpi vengono tolti dalla croce (o palo)



MATTEO 57 Ora essendo
tardo pomeriggio, venne un ricco di Arimatea, di nome Giuseppe, che era
divenuto anche lui discepolo di Gesù. Quest'uomo andò da Pilato e chiese il corpo
di Gesù. Allora Pilato comandò che gli fosse consegnato. E Giuseppe prese il corpo, lo avvolse in un
panno pulito di lino fine, e lo pose nella sua nuova tomba
commemorativa, che aveva scavato nel masso di roccia. E, dopo aver rotolato
una grossa pietra alla porta della tomba commemorativa, se ne andò. Ma Maria Maddalena e l'altra Maria rimasero
là sedute davanti al sepolcro.



MARCO 42 Ora, essendo già
tardo pomeriggio, e poiché era la Preparazione, cioè il giorno prima del
sabato, venne Giuseppe di
Arimatea, rispettabile membro del Consiglio, che aspettava anche lui il regno
di Dio. E, fattosi coraggio, andò davanti a Pilato e chiese il corpo di Gesù. Ma Pilato si
domandava se egli era già morto, e, chiamato l'ufficiale dell'esercito, gli
chiese se era già morto. E accertatosi
dall'ufficiale dell'esercito, concesse il cadavere a Giuseppe. Quindi egli comprò
un panno di lino fine e lo calò giù, lo avvolse nel panno di lino fine e lo
pose in una tomba scavata in un masso di roccia; e rotolò una pietra alla
porta della tomba commemorativa. Ma Maria Maddalena e
Maria madre di Iose continuavano a guardare dove era stato posto.



LUCA 50 Ed ecco, un uomo di nome Giuseppe, che era membro del
Consiglio, uomo buono e giusto - 51 quest'[uomo] non aveva votato a favore del
loro disegno e della loro azione - era di Arimatea, città dei giudei, e
aspettava il regno di Dio; 52quest'[uomo] andò da Pilato e chiese il corpo di Gesù. 53 E lo calò giù e lo avvolse in un panno di
lino fine, e lo pose in una tomba scavata nella roccia, in cui non era stato
ancora posto nessuno.



GIOVANNI 31 Quindi i giudei, dato che era la Preparazione, affinché i
corpi non rimanessero sui pali di tortura il sabato (poiché il giorno di quel
sabato era un gran [giorno]) pregarono Pilato di far rompere loro le gambe e
togliere i [corpi]. Perciò, i soldati vennero e ruppero le
gambe del primo [uomo] e quelle dell'altro [uomo] che erano stati messi al
palo con lui. 33 Ma venuti da Gesù, poiché videro che era
già morto, non gli ruppero le gambe. 34 E uno dei soldati gli forò il fianco con la
lancia, e immediatamente ne uscì sangue e acqua. 35 E colui che [lo] ha visto ne ha reso
testimonianza, e la sua testimonianza è vera, e quest'uomo sa di dire cose
vere, affinché anche voi crediate. 36 Infatti, queste cose avvennero affinché si
adempisse la scrittura: "Nessun osso gli sarà rotto". 37 E ancora un'altra scrittura dice:
"Guarderanno a Colui che hanno trafitto".


38 Or dopo queste cose Giuseppe di Arimatea, che era discepolo di
Gesù ma segreto per timore dei giudei, pregò Pilato di poter togliere il corpo
di Gesù; e Pilato gli diede il permesso. Perciò egli venne e tolse il suo
corpo. 39 Anche Nicodemo, l'uomo che la prima volta
era venuto da lui di notte, venne portando un rotolo di mirra e aloe di circa
cento libbre. 40 E, preso il corpo di Gesù, lo avvolsero in
bende con gli aromi, com'è usanza fra i giudei di preparare per la sepoltura. 41 Ora, nel luogo dove fu messo al palo c'era
un orto, e nell'orto una tomba commemorativa nuova, in cui non era stato
ancora posto nessuno. 42 Là, dunque, a motivo della preparazione dei
giudei, posero Gesù, perché la tomba commemorativa era vicina.



LUCA 54 Ora era il giorno della Preparazione e si
appressava la luce serale del sabato. 55 Ma le donne, che erano venute con lui dalla
Galilea, seguirono [Giuseppe] e guardarono la tomba commemorativa e come era
posto il suo corpo;




Il giorno successivo alla preparazione (sabato festivo ebraico)



MATTEO 62 Il giorno
dopo, che era successivo alla Preparazione, i capi sacerdoti e i farisei si
radunarono davanti a Pilato, dicendo: "Signore, ci siamo ricordati che
quell'impostore mentre era ancora in vita disse: ‘Dopo tre giorni sarò
destato'. Comanda dunque che il sepolcro sia reso
sicuro fino al terzo giorno, affinché i suoi discepoli non vengano a rubarlo
e non dicano al popolo: ‘È stato destato dai morti!' e quest'ultima impostura
sia peggiore della prima". Pilato disse loro: "Avete una guardia.
Andate, rendetelo sicuro come sapete". Ed essi andarono e resero il sepolcro sicuro,
sigillando la pietra e mettendovi la guardia.




Le donne comprano gli aromi passato il sabato festivo.



MARCO 1 E quando fu passato
il sabato, Maria Maddalena, e Maria madre di Giacomo, e Salome comprarono
aromi per venire a spalmarglieli.



LUCA 56 e tornarono a preparare aromi e oli profumati. Ma il sabato,
naturalmente, si riposarono secondo il comandamento



Nota: le
donne comprano gli aromi passato il sabato (15 nisan) . Ma nel caso in cui
fosse domenica, dato che quando è ancora buio (gv 20:1)si recano al sepolcro,
quando li comprano e li preparano?







Le donne si recano al sepolcro quando era ancora buio nel primo
giorno settimanale




GIOVANNI: 1 Il primo giorno della settimana Maria Maddalena venne presto
alla tomba commemorativa, mentre c'erano ancora le tenebre, e vide la
pietra già tolta dalla tomba commemorativa.



MATTEO (28:1) 1 Dopo il sabato, quando cominciava a
sorgere la luce del primo giorno della settimana, Maria Maddalena e l'altra
Maria vennero a vedere il sepolcro.


Ed ecco, c'era stato un grande terremoto; poiché l'angelo di Geova era
sceso dal cielo, si era accostato e aveva rotolato via la pietra, e vi si era
messo a sedere sopra. Il suo aspetto esteriore era come il lampo, e il suo vestito bianco come
la neve. Sì, per il timore di lui quelli che erano di guardia tremarono e
divennero come morti.



Nota: in Mt 28:1,
di solito tradotto: "Dopo il sabato, verso l'alba del primo
giorno della settimana, Maria Maddalena e l'altra Maria andarono a vedere il
sepolcro". Questo è un aggiustamento
fatto dai traduttori, che evidentemente non comprendono la rilevanza del
desto greco che ha: Ὀψὲ δὲσαββάτων
(opsè de sabbàton), "dopo
sabati", al plurale.



MARCO 2 E il primo giorno
della settimana vennero molto presto alla tomba commemorativa, quando era
sorto il sole. 3 E dicevano l'una
all'altra: "Chi ci rotolerà la pietra dalla porta della tomba commemorativa?" 4 Ma alzati gli occhi,
videro che la pietra era stata rotolata, benché fosse molto grande.



LUCA 1 Il primo giorno della settimana, comunque,
andarono molto presto alla tomba, portando gli aromi che avevano preparato. 2 Ma trovarono la pietra rotolata dalla tomba
commemorativa,


Annuncio della resurrezione di Yeshùa



MATTEO 5 Ma, presa la parola, l'angelo disse alle donne: "Non abbiate timore,
perché so che cercate Gesù il quale è stato messo al palo. Egli non è qui, poiché è stato destato,
come disse. Venite, vedete il luogo dove giaceva. E andate prontamente a dire ai suoi
discepoli che è stato destato dai morti, ed ecco, egli va davanti a voi in
Galilea; là lo vedrete. Ecco, ve l'ho detto".



MARCO 5 Quando entrarono
nella tomba commemorativa, videro un giovane seduto a destra, vestito di una
lunga veste bianca, e rimasero attonite. 6 Egli disse loro:
"Smettete di essere attonite. Voi cercate Gesù il Nazareno, che fu messo al
palo. Egli è stato destato, non è qui. Vedete il luogo dove lo posero. 7 Ma andate, dite ai
suoi discepoli e a Pietro: ‘Egli va davanti a voi in Galilea; là lo vedrete,
come vi disse'". E, uscite, fuggirono
dalla tomba commemorativa, poiché erano prese da tremore e forte emozione. E
non dissero nulla a nessuno, poiché avevano timore.



LUCA 3 ed essendo entrate, non trovarono il corpo
del Signore Gesù. 4 Mentre erano perplesse per questo, ecco,
due uomini dai vestiti sfolgoranti stettero accanto a loro. 5 Mentre le [donne] erano spaventate e
tenevano la faccia rivolta al suolo, gli [uomini] dissero loro: "Perché
cercate il Vivente fra i morti? 6 [[Egli non è qui, ma è stato destato.]]
Ricordate come vi parlò mentre era ancora in Galilea, 7 dicendo che il Figlio dell'uomo doveva
essere consegnato nelle mani di uomini peccatori ed essere messo al palo e
tuttavia sorgere il terzo giorno". 8 Ed esse si ricordarono delle sue parole, e tornarono dalla tomba commemorativa e
riferirono tutte queste cose agli undici e a tutti gli altri. Esse erano Maria Maddalena, e Giovanna, e
Maria la [madre] di Giacomo. E il resto delle donne con loro dicevano agli
apostoli queste cose. Comunque, queste parole parvero loro
un'assurdità e non credevano alle [donne].


[[Ma Pietro si alzò e corse alla tomba commemorativa, e,
chinatosi in avanti, vide le sole bende. E se ne andò, meravigliandosi fra sé
di ciò che era avvenuto.]]


Ma, ecco, in quello stesso giorno due di loro viaggiavano
verso un villaggio distante circa undici chilometri da Gerusalemme, chiamato
Emmaus, e conversavano l'uno con l'altro di tutte
queste cose che erano accadute.



GIOVANNI 2 Perciò corse e venne da Simon Pietro e
dall'altro discepolo, per il quale Gesù aveva affetto, e disse loro: "Hanno
tolto il Signore dalla tomba commemorativa e non sappiamo dove l'hanno
posto".


3 Quindi Pietro e l'altro discepolo uscirono e si avviarono
verso la tomba commemorativa. 4 Sì, i due correvano insieme; ma l'altro
discepolo corse avanti più velocemente di Pietro e giunse per primo alla
tomba commemorativa. 5 E, chinatosi in avanti, vide le bende a
giacere, ma non entrò. 6 Quindi venne anche Simon Pietro, che lo
seguiva, ed entrò nella tomba commemorativa. E vide le bende a giacere, 7 e il panno che era stato sulla sua testa,
non a giacere con le bende, ma arrotolato separatamente in un luogo. 8 Allora, dunque, entrò anche l'altro
discepolo che era giunto per primo alla tomba commemorativa, e vide e
credette. 9Poiché non discernevano ancora la scrittura che egli doveva
sorgere dai morti. 10E i discepoli se ne tornarono a casa.


11 Maria se ne stava comunque fuori presso la tomba
commemorativa, piangendo. Quindi, mentre piangeva, si chinò in avanti per
guardare nella tomba commemorativa 12 e vide due angeli [vestiti] di bianco,
seduti uno al capo e uno ai piedi dov'era stato a giacere il corpo di Gesù. 13 Ed essi le dissero: "Donna, perché piangi?"
Essa disse loro: "Hanno tolto il mio Signore e non so dove lo hanno posto".14 Dopo aver detto queste cose, si voltò e
vide Gesù in piedi, ma non sapeva che era Gesù. Gesù le disse: "Donna, perché piangi? Chi
cerchi?" Essa, immaginando che fosse l'ortolano, gli disse: "Signore, se tu
l'hai portato via, dimmi dove lo hai posto, e io lo toglierò". Gesù le disse: "Maria!" Voltatasi, essa gli
disse, in ebraico: "Rabbòni!" (che significa "Maestro!") Gesù le disse: "Smetti di stringerti a me.
Poiché non sono ancora asceso al Padre. Ma va dai miei fratelli e di' loro:
‘Io ascendo al Padre mio e Padre vostro e all'Iddio mio e Iddio vostro'". Maria Maddalena venne e portò ai discepoli la notizia: "Ho
visto il Signore!" e che le aveva detto queste cose.


avatar
chelaveritàtrionfi

Numero di messaggi : 136
Data d'iscrizione : 13.02.11

Torna in alto Andare in basso

Re: MORTE E RESURREZIONE DI GESU'

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum